ANCHE L'EGITTO SI AVVICINNA ALL'UNIONE EURASIATICA


Anche con le sanzioni economiche occidentali, la Russia continua ha espandere la propria diplomazia sulla scena internazionale, con l'ultimo lancio dell'Egitto nell'abbraccio del Cremlino con l'Unione Eurasiatica.
Durante una recente visita di due giorni al Cairo, il presidente russo Vladimir Putin ha solidificato multipli nuovi accordi con il suo omologo egiziano Abdel Fattah-EL Sisi che potrebbero migliorare la cooperazione bilaterale nei Regni del commercio, energia, sicurezza, e del turismo.
In particolare, l'Egitto ha deciso di istituire una zona di libero scambio con l'Unione Economica Eurasiatica, unendo la Bielorussia, Kazakistan, Armenia, Kirghizistan.
L'accordo è il risultato di rafforzare i legami tra i due paesi.
Nel 2014, la Russia e l'Egitto hanno condiviso più di 4,5 miliardi di dollari del commercio, che segna un aumento dell'80% rispetto all'anno precedente.
Ulteriori collaborazioni hanno coinvolto gli sforzi antiterrorismo, una zona industriale russa vicino al Canale di Suez, e piani preliminari per costruire congiuntamente la prima centrale nucleare egiziana.
Al di là dei vantaggi tangibili per la loro relazione strategica, il vertice russo-egiziano è stato un gesto simbolico di solidarietà, un esempio per i leader occidentali critici della presunta attività della Russia in Ucraina.
All'arrivo, il Presidente Putin è stato accolto con molto clamore, tra cui una sfilata militare di cavalieri che sventolavano bandiere russe e scolari che inneggiavano "Putin, Putin, Sisi, Sisi, e Lunga vita all'Egitto!"
Un giornale di proprietà dello Stato locale ha definito il leader russo "un eroe del nostro tempo".
Il Presidente Putin ha ricambiato con un regalo perfetto: un fucile d'assalto AK-47 Rifle in chiaro riferimento ai 3,5 miliardi dollari di affari in armamenti bilaterali che respingono l'influenza USA in quel territorio.
Dal momento della cacciata dei Fratelli Musulmani del presidente Mohammed Morsi nel 2013, la partnership USA-egiziana si è deteriorata, lasciando spazio per la Russia per promuovere i propri interessi nella regione.
L'anno scorso il presidente Putin ha fermamente sostenuto l'offerta di elezioni di Sisi.
La visita del Presidente Sisi a Sochi nel mese di agosto 2014 per il suo primo viaggio internazionale ha ulteriormente segnalato un riscaldamento nelle relazioni russo-egiziano.
L'ultimo summit offre diversi indicatori dell'avvicinamento dello stato alla Federazione Russa.
In primo luogo, il Presidente Putin ha sfruttato la pompa e circostanza del suo stato dignitario al Cairo sia per richiamare l'attenzione internazionale dall'Ucraina e mostrare al mondo che la Russia non è diplomaticamente isolata a causa della condanna occidentale.


Fonte:http://registan.net/2015/02/24/russia-egypt-enters-eurasian-union-orbit/


Copyright © 2010 - 2015. All rights reserved 

Commenti