Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

IN IRLANDA LA POPOLAZIONE SI RIBELLA CONTRO L'AUSTERITA'


LONDRA - Anche in Irlanda la gente ne sta avendo abbastanza di fare sacrifici e per tale motivo pochi giorni fa diecimila irlandesi sono scesi in piazza per esprimere la loro solidarieta' a due loro concittadini che sono finiti in galera per la loro opposizione alla nuova tassa sul consumo di acqua introdotto dal governo.
Tutto e' iniziato quando due persone hanno protestato vicino a un'impianto idrico in violazione di un ordine del tribunale che imponeva loro di stare a piu' di venti metri di distanza e per tale motivo sono stati arrestati per oltraggio alla corte e mandati alla prigione di Mountjoy a Dublino.
Molti irlandesi pero' hanno reagito male a questa notizia perche' hanno visto questo arresto come un gesto autoritario e liberticida di uno stato tiranno e tale rabbia spiega l'enorme numero di persone che ha preso parte a questa marcia organizzata in soli due giorni dai familiari dei due arrestati.
I due attivisti hanno minacciato di iniziare uno sciopero della fame anche se le autorita' carcerarie non hanno confermato questa notizia.
Cio' che e' certo invece e' che la rabbia dei cittadini irlandesi aumenta di giorno in giorno e dietro questa protesta contro la tassa per il consumo dell'acqua c'e' un'opposizione sempre piu' ampia verso le politiche di austerita' imposte dal governo per conto dell'Unione Europea e c'e' chi vede in questa protesta l'inizio di una rivoluzione il cui scopo e' quello di cacciare via l'attuale classe dirigente irlandese.
Ovviamente c'e' la possibilita' che tutto possa finire in una bolla di sapone, come vorrebbe il governo, ma chi conosce la storia sa che la rivoluzione che diede il via alla nascita degli Stati Uniti nacque dalla rivolta contro le tasse sul tè imposte dai colonialisti inglesi e sappiamo tutti come ando' a finire e chissa' che la storia non possa ripetere se stessa anche questa volta.
Resta il fatto che ad oggi decine di migliaia di irlandesi hanno dichiarato che non pagheranno mai una bolletta- capestro per l'acqua potabile, dell'importo di 260 euro a famiglia all'anno e di 160 euro per chi vive da solo. Una tassa che si andrà ad aggiungere alla riduzione degli stipendi del 13% varata dal governo e a nuove ulteriori tasse sulla casa, per avere in cambio niente, anzi, addirittura la tassazione di un bene primario qual è appunto l'acqua.

Fonte:http://www.ilnord.it/c-4083_IN_IRLANDA_LA_GENTE_SI_RIBELLA_E_SCENDE_IN_PIAZZA_CONTRO_LAUSTERITY_E_LA_NUOVA_FOLLE_TASSA_SULLACQUA_POTABILE


Copyright © 2010 - 2015. All rights reserved

Commenti

Post più popolari