Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

I MEDIA OCCIDENTALI NON HANNO TROVATO MODO DI CRITICARE LA NUOVA STRATEGIA NAZIONALE DELLA FEDERAZIONE RUSSA


Alla fine dello scorso anno, il presidente Vladimir Putin ha firmato il documento che definisce la strategia di sicurezza nazionale della Russia.
In particolare nel documento si rileva che la Federazione Russa è favorevole al rafforzamento della cooperazione reciprocamente vantaggiosa con i Paesi europei e con l'Unione Europea, all'armonizzazione dei processi di integrazione in Europa e nei territori dell'ex Urss, ma si sottolinea anche che Mosca è interessata a costruire una partnership completa con gli Stati Uniti sulla base di interessi condivisi.
Nonostante la versione aggiornata della strategia sia stata ampiamente discussa dalla stampa, i giornalisti occidentali non sono stati in grado di criticare il documento, ma hanno solo messo in evidenza che tra le sfide che attendono la Russia sono state incluse le potenziali minacce provenienti dalla NATO e dagli Stati Uniti.
In particolare un analista della "Reuters" fa notare che "la Russia per la prima volta ha definito gli Stati Uniti come una minaccia alla sicurezza nazionale".
"La Russia continua ad aumentare il suo ruolo nella risoluzione dei conflitti globali, fatto che provoca la risposta da parte dei Paesi occidentali", — l'analista cita il documento, tuttavia senza indicare la natura della reazione.
"News Week" richiama l'attenzione sul fatto che "la condotta di una politica russa indipendente, sia interna che estera, ha provocato l'opposizione da parte degli Stati Uniti e dei suoi alleati, che cercano di mantenere la loro posizione dominante nella risoluzione dei problemi mondiali."
La strategia di sicurezza nazionale aggiornata della Russia non è stata una sorpresa per gli analisti in Occidente. In particolare l'editorialista del "Washington Times" Todd Wood scrive che "questo passo era previsto da diverso tempo, quindi in un certo senso la ratifica è stata solo una formalità".
Il "Financial Times" scrive che "le accuse contro la NATO e gli Stati Uniti nella strategia di sicurezza nazionale russa rischiano di aggravare solamente le relazioni tra Mosca e l'Occidente in futuro."
Questa opinione è condivisa dall'Huffington Post.
"La valutazione russa delle nuove minacce, tra cui quella americana, sono solo un sintomo degli ultimi anni in cui si sono deteriorate le relazioni con l'Occidente," — scrive il giornale.

Fonte:http://it.sputniknews.com/politica/20160104/1831616/Occidente-UE-USA-Geopolitica-Putin.html#ixzz3wHrIuEdT

Commenti

Post più popolari