Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

IL MONDO SAREBBE MIGLIORE SE LA RUSSIA SI FOSSE AFFERMATA NEGLI ANNI NOVANTA, CONFERMA PUTIN


La caduta del muro di Berlino e l'URSS non hanno unito l'Europa, ma solo spostato la linea di divisione est.
L'Occidente dichiara ancora la Russia un nemico ogni volta che Mosca prende una posizione indipendente e afferma i propri interessi nazionali, ha detto il presidente Putin al Bild.
"Abbiamo fatto tutto sbagliato fin dall'inizio," il presidente russo Vladimir Putin l'ha detto in un'intervista al quotidiano tedesco Bild "Non abbiamo superato la divisione dell'Europa. Venticinque anni fa, il muro di Berlino è caduto, ma la divisione dell'Europa non è stata superata, muri invisibili semplicemente si sono spostati ad est. Questo ha creato le basi per rimproveri reciproci, incomprensioni, e le crisi in futuro. "
Errore più importante della Russia in questi anni è stato un fallimento a non dichiararci con chiarezza e proteggere gli interessi nazionali dal primo giorno attivamente, ha detto Putin.
"Non siamo riusciti a far valere i nostri interessi nazionali, mentre avremmo dovuto farli fin dall'inizio. Allora il mondo intero avrebbe potuto essere più equilibrato ", ha detto Putin.
Politici tedeschi avevano previsto che l'antagonismo tra gli avversari della Guerra Fredda sarebbe solo crescito a meno che il formato delle relazioni internazionali e rapporti di forza in Europa cambiasse radicalmente, ha detto il presidente russo, citando registrazione archiviate di colloqui che hanno avuto luogo tra diplomatici tedeschi e sovietici, al momento.
Il "Patriarca della politica europea", al momento, il diplomatico tedesco Egon Karl-Heinz Bahr ha detto nel 26 giugno 1990: "Se mentre uniamo la Germania non prendiamo misure decisive per superare la divisione dell'Europa in blocchi ostili, gli sviluppi possono prendere una svolta tale sfavorevole che l'URSS sarà destinata all'isolamento internazionale. "
Tutta l'Europa centrale, sia con la Germania Est o senza di essa, secondo le proposte concrete di Bahr, avrebbe dovuto costituire un'alleanza separata con la partecipazione sia dell'Unione Sovietica e gli Stati Uniti, ha detto Putin.
Se ci fosse stata la volontà politica, se avessero voluto, avrebbero potuto fare qualsiasi cosa", ha detto Putin. Ma nessuna alleanza comune, veramente per unire l'intera Europa è stata creata, con la NATO invece si è agito in violazione di tutte le promesse espandendosi verso est.
"Volevano regnare", ha detto il leader russo. "Negli ultimi 20-25 anni, soprattutto dopo il crollo dell'Unione Sovietica, quando il secondo centro di gravità del mondo scomparso, c'era il desiderio di godere appieno della propria presenza solo al vertice di fama mondiale, il potere e la prosperità. Non c'era assolutamente nessun desiderio di girare o di diritto internazionale o alla Carta delle Nazioni Unite. Ovunque sono diventati un ostacolo, l'ONU è stato immediatamente dichiarato obsoleto. "
Il mondo di oggi si trova ad affrontare numerose minacce e sfide comuni, dal terrorismo internazionale al traffico e le crisi di profughi umani, e la Russia, secondo Putin, sarebbe contenta se tutti i paesi aderissero i loro sforzi per superarle.
"Ma questo non vuol dire che sia noi che dovrebbe essere d'accordo con tutto quello che gli altri decidono su queste o altre questioni", ha detto Putin, ribadendo il suo intervento alla celebrazione del 70 ° anniversario delle Nazioni Unite a New York.
"Inoltre, se qualcuno non è felice con la nostra posizione, non potevano trovare una soluzione migliore rispetto a noi che dichiara un nemico ogni volta. Non sarebbe meglio ascoltare noi, di riflettere criticamente su quello che diciamo, ad accettare di qualcosa e di cercare una soluzione comune? "
Al fine di sviluppare le relazioni tra la Russia e vicini dell'Europa, così come partner di tutto il mondo, in modo costruttivo, una semplice condizione deve essere osservata:
"Abbiamo bisogno di rispettarci l'altro, reciproci interessi e seguire le stesse regole, invece di, in continua evoluzione loro di soddisfare gli interessi di qualcuno", ha detto Putin, sottolineando che i 146 milioni di persone della Federazione Russa hanno anche i propri interessi che egli ha promesso di proteggere. "Siamo pronti a farlo in modo non conflittuale, a cercare un compromesso, ma, naturalmente, basato sul diritto internazionale, che deve essere inteso in modo uniforme da tutti."

Fonte:http://russia-insider.com/en/politics/world-would-be-better-if-russia-had-asserted-itself-90s-says-putin/ri12163

Commenti

Post più popolari