Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

LA FEDERAZIONE RUSSA ESPANDE LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE VERSO EST

La Russia intende trasformare l'Organizzazione del Trattato di Sicurezza Collettiva (CSTO) in una organizzazione internazionale universale capace di opporsi ad una vasta gamma di minacce, ha riferito il vice segretario del Consiglio di Sicurezza russo Evgeny Lukyanov commentando la nuova strategia di sicurezza nazionale della Federazione Russa.


"La Russia ha intenzione di espandere la cooperazione con i partner nell'ambito delle organizzazioni BRICS e RIC (Russia, India e Cina), dell'Organizzazione di Shanghai per la cooperazione (SCO), della Cooperazione Economica Asiatico-Pacifica (APEC), del G20 e di altre istituzioni internazionali. Il nostro Paese utilizzerà attivamente il potenziale dell'integrazione regionale e sub-regionale all'interno della CSI e dell'Unione Economica Eurasiatica, nonché lavorerà per la trasformazione della CSTO in una organizzazione internazionale universale capace di opporsi ad una vasta gamma di sfide e minacce dei nostri tempi,"- ha dichiarato Lukyanov, segnala "RIA Novosti".
"La Russia continuerà a dare la priorità al disarmo e al rispetto della non proliferazione delle armi di distruzione di massa. Tuttavia, resta inteso che gli interessi nazionali del nostro Paese impongono la necessità di mantenere il proprio deterrente nucleare, che garantisce la sovranità e l'integrità territoriale della Russia," — ha detto Lukyanov.

Fonte:http://it.sputniknews.com/mondo/20160118/1907831/Asia-Brics-Sco-Apec-Csto-Csi.html#ixzz3xbqSbZyo

Commenti

Post più popolari