LA POLITICA BRITANNICA RISOLLEVA UN MISTERIOSO OMICIDIO PER DENIGRARE ANCORA UNA VOLTA LA RUSSIA

Andrej Lugovoj, nominato giovedi dalla Corte Suprema britannica come complice della morte dell’ex funzionario dei servizi segreti russi Alexadr Litvinenko, crede che questo affare sia un metodo opportuno per la realizzazione degli interessi politici di Londra.

"Per Londra lo scandalo del polonio è stato un metodo opportuno per la realizzazione dei propri interessi politici, mi era chiaro fin dal principio", ha detto Lugovoj a RIA Novosti.
Litvinenko, incarcerato nel 2000 in Gran Bretagna, è morto nel novembre 2006 poco dopo aver ricevuto la cittadinanza britannica. Lo stato di salute di Litvinenko si era aggravato dopo l'incontro con gli ex collegghi Andrej Lugovoi e Dmitri Kovstyn con i quali ha bevuto un te all'hotel londinese Millennium. Dopo la sua morte gli specialisti dell'Agenzia britannica per la tutela della salute hanno affermato che nell'organismo di Litvinenko è stata ritrovata una quantità significativa di polonio-210 radiattivo. Il principale sospettato per l'affare Litvinenko è l'uomo d'affari e deputato russo Lukovoj. Ciò nonostante egli ha respinto le accuse avanzategli contro, definendole pretesti politici.
In precedenza, Lukovoj ha dichiarato che gli esperti britannici a Mosca hanno sottoposto alla macchina della verità la sua deposizione per l'affare della morte di Litvinenko e sono arrivati alla conclusione che egli non è coinvolto nel caso.

Fonte:http://it.sputniknews.com/mondo/20160121/1932975/lugovoj-litvinenko-londra.html#ixzz3xtbfCc1d

Commenti