Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

LA SVEZIA SI PREPARA ALL'ESPULSIONE DI OTTANTAMILA IMMIGRATI


La Svezia si sta preparando ad espellere decine di migliaia di rifugiati, le cui richieste di asilo sono state respinte. Lo riferisce il quotidiano 'Dagens Industri'. ''Credo si tratti di circa 60mila persone, ma potrebbero essere anche 80mila'', ha detto il ministro dell'Interno svedese, Anders Ygeman, come riporta il giornale. Il governo, ha proseguito il ministro, ha detto alla polizia e alle autorità per le migrazioni di effettuare i preparativi necessari per le espulsioni. Fino alla fine del 2015 oltre 160mila persone hanno presentato richiesta di asilo in Svezia, ed il governo stima che il 50 per cento di queste sia stata rifiutata. ''Abbiamo una grande sfida davanti - ha aggiunto Ygeman - Per questo dobbiamo aumentare le risorse e migliorare la collaborazione tra le autorità al fine eseguire le espulsioni entro un mese''. Il ministro ha anche precisato che prima si vogliono creare le condizioni affinché i rifugiati lascino il Paese da soli. ''Ma se non ci riusciamo - ha spiegato - ci dovrà essere un'uscita forzata''. Ygeman ha poi precisato che per evitare l'immigrazione clandestina è previsto un aumento della polizia di frontiera e maggiori controlli per gli stranieri. Secondo il 'Dagens Industri', Stoccolma starebbe negoziando con alcune nazioni, tra cui l'Afghanistan.


Fonte:http://www.ilnord.it/i-2823_SVEZIA_CACCIA_80000_MIGRANTI

Commenti

Post più popolari