Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

"BENVENUTI IN RUSSIA, SIAMO GRATI DELLE VISITE MA NON DIMENTICATE CHE SIETE OSPITI"


Alcuni “migranti” provenienti dal Medio Oriente, entrati in un night club nella regione di Murmansk, hanno iniziato molestare le giovani donne russe, ma si sono resi conto troppo tardi di non essere nella UE. Come è finita? 18 sono stati mandati direttamente all’ospedale e 33 sono stati arrestati. Ora sembra che tutti manifestino una gran voglia di ritornarsene a casa il più presto possibile
La Norvegia ha espulso verso la Russia circa 50 sedicenti profughi del Medio Oriente e Afghanistan per “cattivo comportamento”. Una volta lì, i “rifugiati” hanno deciso di andare a svagarsi nella discoteca locale “Gandvik”, e ignari di dove si trovassero, hanno deciso di molestare le ragazze russe. Purtroppo non è andata bene perché a Murmansk non c’è la tolleranza dell’”Europa illuminata“.
A giudicare dai commenti degli utenti sui social network locali, i molestatori hanno cercato di scappare e nascondersi, anche in spazi privati, ma sono stati trovati e “sistemati“. Se non fossero arrivati interi squadroni di polizia, la situazione si sarebbe messa davvero male, soprattutto in vista delle gelate di Murmansk.
Ancora e tutti, a giudicare dalle reazioni identiche, gli agenti delle forze dell’ordine non fanno differenza per il livello di tolleranza e, mentre esortano a non ricorrere al linciaggio, segretamente appoggiano il processo educativo, ha segnalato news.li.
Risultato: 18 persone sono finite in ospedale, 33 nel centro di detenzione locale, e tutti hanno manifestato tanta voglia di tornare a casa.
“Benvenuti in Russia. Siamo felici di ricevere visite, ma non dovete dimenticare che siete ospiti qui.”

Fonte:http://www.imolaoggi.it/2016/02/03/russia-finti-profughi-molestano-le-ragazze-18-finiscono-in-ospedale-e-33-arrestati/

Commenti

Post più popolari