LE RESTRIZIONI DELL'OCCIDENTE INCENTIVANO LE CORPORAZIONI RUSSE A SVILUPPARE LA TECNOLOGIA "MADE IN RUSSIA"


Le restrizioni hanno motivato le aziende russe a sviluppare le proprie tecnologie, conferma l'amministratore delegato della società nanotecnologie del paese Rusnano, Anatoly Chubais.
"Pensiamo che lo sviluppo della situazione delle restrizioni è una situazione di stallo, va contro le tendenze globali, ostacola l'affrontare delle minacce alla civiltà globale che si trova ad affrontare ... Ma per quanto riguarda la nostra società in portafoglio, la situazione ci incentiva a cercare soluzioni esterne, sviluppare la nostra base tecnologica ", ha detto a RIA Novosti commentando la decisione degli Stati Uniti di estendere le restrizioni a Mosca.
Il 1 ° settembre, il Tesoro degli Stati Uniti ha aggiunto di proposito un certo numero di entità aziendali di Gazprom dell'energia e figlie di Gazprombank, nonché della Banca di Mosca e molte altre società finanziarie, per le restrizioni degli Stati Uniti imposti dalla Russia sulla questione ucraina.
"Le restrizioni dimostrano che il governo ha bisogno di istituzioni come Rusnano, che rafforzano la capacità tecnologica nazionale", ha aggiunto Chubais. Le relazioni tra la Russia e l'Occidente si sono inacidite nel 2014, dopo la schiacciante maggioranza della popolazione russa di Crimea di lasciare l'Ucraina per la Russia in un referendum a marzo, spingendo gli Stati Uniti, l'Unione Europea ed i loro alleati su pressione degli Stati Uniti di imporre restrizioni contro la Russia e la repubblica separatista.
Restrizioni che si sono dimostrate non solo inefficaci ma addirittura incentivanti per il "Made in Russia".

Fonte:https://sputniknews.com/russia/20160908/1045094321/russia-sanctions-chubais-technologies.html

Commenti