Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

L'UNIONE EUROPEA ESISTE SOLO COME NOME, IN QUANTO PROFONDAMENTE SCISSA SULLE QUESTIONI IMPORTANTI


Le divisioni interne dell'UE sono state ancora una volta alimentate con il ministro degli esteri del Lussemburgo, Jean Asselborn, che chiede all'Ungheria di essere preso a calci fuori del sindacato sulla sua posizione contraria alle masse di extracomunitari.
La fila si presenta come molti stati europei traggono le loro linee di battaglia su questioni chiave che riguardano il blocco.
Con l'Europa ancora enormemente divisa sulla questione dell'immigrazione e la crisi migranti, Asselborn ha preso di mira la linea dura del governo ungherese nei confronti dei rifugiati, che comprendeva la costruzione di una barriera di filo spinato per tenere la gente fuori dal Paese.
"Non possiamo accettare la violazione dei principi fondatori dell'UE." ha detto Asselborn quotidiano tedesco die Welt.
"[Coloro] che costruiscono recinzioni contro i rifugiati come l'Ungheria fa, o che violano la libertà di stampa e l'indipendenza della magistratura, dovrebbero essere escluso temporaneamente o per sempre da parte dell'UE", ha dichiarato Asselborn, aggiungendo che come approccio è stato "l'unico modo per preservare la coesione e valori dell'UE. "
Est-Ovest sono divisi sulla crisi dei rifugiati e la reazione dell'UE di esso è stato un problema di grande disaccordo all'interno del blocco, innescando un aumento delle tensioni tra gli Stati membri. Mentre la Commissione europea, la Germania, la Svezia e altri hanno chiesto di introdurre un sistema di ridistribuzione dei rifugiati (senza il consenso popolare), altri stati membri, come ad esempio il Visegrad Four gruppo di Ungheria, Polonia, Slovacchia e Repubblica Ceca hanno respinto con lungimiranza tali misure, producendo la creazione di un'orientale situazione di disaccordo.
L'impasse in corso tra gli Stati membri e l'incompetenza dell'Unione europea di negoziare una risposta alla crisi ha portato alcuni paesi a introdurre i propri controlli di frontiera lo scorso anno, la sospensione in modo efficace altamente simbolica della zona di Schengen del blocco e sollevando dubbi sulla sua sostenibilità futura.
La necessità di un accordo per proteggere i confini esterni dell'UE alla fine ha portato all'affare degi extracomunitari UE-Turchia.
E mentre i politici hanno elogiato il suo successo nel arginare il numero di rifugiati che arrivano dalla Turchia, i critici hanno sollevato preoccupazioni per i diritti umani e messo in discussione la longevità di un tale accordo.
Il Blocco Anti-Austerità
Tuttavia l'immigrazione e la distribuzione di rifugiato non sono gli unici problemi che creano divisioni interne dell'UE, con restrizioni di bilancio del blocco e le misure fiscali che provochino un ampio dibattito e disaccordo. Mentre la Germania e altri paesi del nord Europa hanno sostenuto le misure fiscali rigorose, un certo numero di altri paesi, come la Francia, l'Italia, la Spagna, il Portogallo e la Grecia hanno chiesto un allentamento delle regole, al fine di aumentare la spesa pubblica, nella speranza di stimolare le loro economie.
L'idea di una alleanza anti-austerità dell'Europa meridionale ha sollevato preoccupazioni a Berlino che la Germania potrebbe subìre giustamente pressioni per allentare le misure fiscali.
L'eurodeputato tedesco Markus Ferber ha avvertito: "Dopo la partenza della Gran Bretagna, il 'Club Med' avrà una minoranza di blocco in grado di prevenire tutti i tipi di leggi a Bruxelles che non gli piacciono."
Nel frattempo, il commissario europeo della Germania, Gunther Oettinger ha anche chiesto l'unità sulla questione della spesa pubblica dell'UE.
"Non sarebbe bello se il divario diventasse approfondito tra i paesi membri dell'UE con grandi problemi di bilancio e quelli con problemi fiscali minimi."
Il sentimento anti-UE sempre più vasto all'interno dell'UE riconosce che non ci potra mai essere totale armonia in un unione di 28 nazioni, le crescenti divisioni e contrasti tra gli stati membri in arrivo in un momento di cambiamento politico radicale all'interno del blocco. Sulla destra politica, l'insoddisfazione con proposte di quote di rifugiati ha portato ad un forte aumento della retorica anti-immigrati e chiede che protezione delle frontiere più severe, mentre sulla sinistra, l'insistenza dell'UE sulle misure fiscali rigorose ha assistito nella popolarità di movimenti anti-austerità movimenti come Syriza in Grecia e in Spagna Podemos.
Queste rivolte politiche hanno anche coinciso con un aumento nel sentimento euroscettico nell'UE, testimoniato dalla decisione del Regno Unito di votare a lasciare il blocco.
Mentre l'UE deve affrontare alcune delle sue più grandi crisi degli ultimi decenni, gli Stati membri sembrano essere sempre più divisa su molte questioni fondamentali.
Read more: https://translate.googleusercontent.com/translate_c

Fonte:https://sputniknews.com/europe/20160913/1045258804/eu-north-south-divide.html

Commenti

Post più popolari