Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

OBAMA MALVOLUTO AL G20, DONALD TRUMP: SAREI TORNATO INDIETRO

Il candidato repubblicano torna sulla polemica della brutta accoglienza riservata a Obama all'aeroporto di Hangzhou, per il vertice del G20 (niente scala mobile e niente tappeto rosso, riservati invece agli altri leader)

La foto di Obama che arriva a Hangzhou (Cina) per il G20 ha fatto il giro del mondo perché il presidente americano non ha ricevuto la tradizionale accoglienza che il protocollo riserva ai leader: niente scala mobile apoggiata all’aereo e nemmeno il tappeto rosso.
Obama è sceso dalla scaletta nascosta nell'Air Force One. Cafonaggine o svista calcolata da parte dei cinesi? Secondo alcuni analisti la disattenzione non è casuale. Specie considerata l'importanza dell'appuntamento internazionale.
Sul piccolo "incidente diplomatico" fa sentire la sua Donald Trump, che per attaccare Obama rispolvera l'orgoglio nazionale americano. Durante un evento elettorale in Ohio Trump mette il dito nella piaga: "Non gli hanno dato nemmeno una scaletta, la scaletta per scendere dall'aereo. Avete visto? Ci sono le foto degli altri leader che scendono su un bellissimo tappeto rosso. E Obama scende su scalini di metallo. Ve lo voglio dire - prosegue il candidato repubblicano - se fosse successo a me avrei detto: 'sapete una cosa ragazzi? Vi rispetto, ma ora si chiude il portellone e ce ne andiamo via. E' una tale mancanza di rispetto". Lo staff di Hillary Clinton ha colto la palla al balzo ironizzando, su Twitter, sul temperamento fumantino di Trump.
Ma non è la prima volta che Trump attacca Obama dicendo che non viene accolto con sufficiente rispetto all'estero. In aprile il tycoon aveva definito "senza precedenti" il fatto che Obama non fosse stato accolto da un capo di Stato al suo arrivo a Cuba e in Arabia Saudita. Il Washington Post però afferma che questa ricostruzione è falsa, ricordando che non sempre i presidenti americani nei loro viaggi all'estero vengono accolti dai capi di Stato. Resta il fatto che il viaggio a Cuba aveva un indubbio valore storico.

Fonte:http://www.ilgiornale.it/news/mondo/trump-posto-obama-avrei-lasciato-subito-g20-1303573.html

Commenti