Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

PERCHE' I POLITICI EUROPEI NON AMMETTONO CHE SPERANO NELLA PROSSIMA VITTORIA DI DONALD TRUMP

Molti politici europei preferirebbero nella vittoria di Donald Trump alle presidenziali americane, non di Hillary Clinton, anche se pubblicamente non lo dichiareranno mai, scrive la rivista statunitense Politico.

Secondo l'autore dell'articolo Matthew Karnitschnig, non passa giorno senza che qualche politico europeo di primo piano esprima preoccupazioni per la vittoria di Trump.
"Tuttavia in alcuni ambienti attraverso la nube di tempesta che rappresenta Trump traspare almeno un piccolo raggio di speranza — osserva Karnitschnig. — Nessun politico europeo lo ammetterà pubblicamente, ma alcuni di loro vedono in Trump l'opportunità di sbarazzarsi dell'influenza americana". Per diversi decenni in Europa hanno criticato l'ingerenza di Washington sia la destra che la sinistra. "In effetti la contrarietà all'influenza americana è una delle poche cose che uniscono i politici europei," — scrive Karnitschnig. Il giornalista elenca 5 motivi per i quali molti di loro "in segreto tifano" per Trump. In primo luogo gli europei non sono entusiasti del Partenariato transatlantico per il commercio e gli investimenti (TTIP), che contempla la creazione di una zona di libero scambio tra gli Stati Uniti e l'Unione Europea. In secondo luogo Trump si oppone alla NATO e molti politici europei sognano un esercito indipendente della UE. La terza ragione è il programma di spionaggio su larga scala che gli Stati Uniti realizzano. Le rivelazioni di Edward Snowden hanno mostrato che nessuno si salva dai tentacoli della NSA (National Security Agency), nemmeno Angela Merkel. In quarto luogo l'influenza delle banche di Wall Street per l'Europa è stata a lungo per molti europei "un'ossessione", continua il giornalista. Il quinto motivo è la soddisfazione nel gioire della disgrazia altrui, che presumibilmente motiva gli europei in questa situazione. Karnitschnig spiega cosa intende: la maggior parte degli europei non ha mai digerito le dichiarazioni di Washington in merito all'esclusività e superiorità morale degli Stati Uniti. A loro avviso la vittoria di Trump sarebbe la prova che gli Stati Uniti non hanno meno problemi rispetto all'Europa.

Fonte:http://it.sputniknews.com/politica/20160922/3393825/UE-USA-Clinton-ingerenza-geopolitica-indipendenza-Occidente.html

Commenti