Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

LA FEDERAZIONE RUSSA E LA REPUBBLICA CINESE HANNO CREATO UN CENTRO DI POTERE ALTERNATIVO ALL'AMERICA

Mosca e Pechino trovano sempre più una maggior comprensione reciproca sullo sfondo del confronto delle due potenze con gli Stati Uniti, scrive Bloomberg.

Negli ultimi mesi tra Cina e Russia si registra un rafforzamento della cooperazione sulla sicurezza. Mosca e Pechino sono più vicine in ambito militare, dopo aver condotto esercitazioni navali congiunte nel Mar Cinese Meridionale e aver trovato punti in comune nella diplomazia, per esempio intervenendo con una sola voce contro gli Stati Uniti relativamente ai loro piani di installare in Corea del Sud elementi di difesa missilistica, scrive l'agenzia.
"Il fatto che entrambi i Paesi hanno parlato di azioni comuni a livello militare è una questione molto seria. Le minacce rappresentate dalla difesa missilistica americana sta spingendo la Cina e la Russia verso un ulteriore avvicinamento. La loro politica di contenimento è soprattutto arginare gli Stati Uniti", — ritiene l'analista senior dell'Istituto sull'Estremo Oriente dell'Accademia Russa delle Scienze Vasily Kashin. Queste azioni dimostrano come la convergenza dei due presidenti, Vladimir Putin e Xi Jinping, si stia sviluppando tramite contatti più formali nel campo della sicurezza, aggiunge Bloomberg. Secondo il presidente russo, la Russia e la Cina hanno sviluppato "un rapporto unico di fiducia e di sostegno reciproco." A loro volta a Pechino hanno osservato che i due Paesi condividono posizioni identiche su problemi regionali di primo piano, tra cui Siria e Afghanistan. Tracce del consolidamento della cooperazione sono visibili al di là della diplomazia: nel mese di agosto la Russia è stato il più grande fornitore di petrolio della Cina. Le statistiche doganali cinesi hanno registrato una crescita dello scambio commerciale bilaterale del 3,6% rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno. Per instaurare legami militari più profondi con la Russia, Xi Jinping deve superare la resistenza di parte dell'establishment cinese, contrario a trascinare il Paese nelle operazioni internazionali. Allo stesso tempo non è chiaro se Pechino sosterrà incondizionatamente Mosca nei conflitti in cui gli interessi della Cina non sono così grandi, come ad esempio in Siria e in Ucraina.

Fonte:https://it.sputniknews.com/politica/201610163500829-geopolitica-sicurezza-difesa-economia-Occidente/

Commenti

Post più popolari