Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

LA FEDERAZIONE RUSSA PIAZZA IN SIRIA IL SISTEMA MISSILISTICO S-300 CONTRO MISSILI E AEREI AMERICANI

Gli Stati Uniti ritengono che la Russia abbia schierato in Siria i sistemi di difesa aerea più moderni S-300VM, trasmette il canale Fox News, con riferimento a 3 fonti anonime americane.

Questi armamenti sono in grado di abbattere aerei e missili da crociera in dotazione alle forze armate americane, chiarisce il canale tv. Secondo le fonti statunitensi citate da Fox News, gli elementi del S-300 si trovano nei pressi della base russa a Tartus. I componenti del sistema non sono ancora stati dislocati in toto, ritiene l'intelligence statunitense, segnala Fox News.
Alla domanda contro chi possono essere usate queste armi, i funzionari degli Stati Uniti hanno risposto con sarcasmo, ricordando che i gruppi terroristici in Siria non hanno aerei e missili da crociera. In passato gli Stati Uniti non hanno escluso azioni militari contro Damasco. Sullo sfondo della rottura della cooperazione con la Russia da parte di Washington, nei media americani è circolata la notizia che tra le varie opzioni di riserva l'amministrazione americana valuta raid contro obiettivi militari siriani. Lunedì il portavoce del Dipartimento di Stato John Kirby ha detto che gli Stati Uniti hanno sospeso la cooperazione bilaterale con la Russia in relazione al cessate il fuoco in Siria e lasciano aperti solo i canali militari per evitare incidenti nello spazio aereo siriano. Come affermato dal Ministero degli Esteri russo, le dichiarazioni del Dipartimento di Stato suscitano profonda delusione; Mosca sollecita Washington ancora una volta a valutare la situazione e come le sue azioni si presentano davanti al mondo. Se la Siria sarà colpita da nuovi attacchi dei terroristi, la colpa graverà solo sugli Stati Uniti, ha fatto sapere la diplomazia russa. Il ministero degli Esteri ha aggiunto che gli Stati Uniti non sono riusciti ad onorare gli impegni principali sulla normalizzazione del conflitto siriano e stanno cercando di scaricare la responsabilità su Mosca.

Leggi tutto: https://it.sputniknews.com/mondo/20161004/3438275/sicurezza-difesa-geopolitica-Tartus.html

Commenti