LA NATO VUOLE ANCHE L'ITALIA COMPLICE NELLE TENSIONI CON LA RUSSIA

Durante una visita a Roma, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha annunciato che nel 2018 migliaia di soldati italiani saranno trasferiti al confine con la Russia europea.

Secondo Stoltenberg, citato dal giornale di Torino La Stampa, si parla di un contingente di 4mila uomini, che "farà parte dei battaglioni della NATO dislocati nei Paesi Baltici."
"Lo scopo della missione è quello di evitare un possibile conflitto", — ha detto il segretario dell'Alleanza Atlantica, sottolineando che al momento non c'è una guerra fredda e nemmeno è rimasto nulla della cooperazione con Mosca. "Allo stesso tempo come nuova formula di relazioni con la Russia Stoltenberg ha proposto "la difesa e il dialogo." "Vogliamo mantenere il dialogo con il Cremlino", — ha detto il segretario generale. Questo punto di vista è in parte condiviso dal presidente italiano Sergio Mattarella, notando che il dialogo tra la Russia e la NATO è la chiave per ridurre la tensione internazionale e uscire "fuori da una spirale pericolosa." "Il Consiglio NATO-Russia è un passo in questa direzione. Non si può rompere il dialogo instaurato, nella speranza che da parte russa continui lo spirito di cooperazione", — ha detto Mattarella, notando tuttavia che le esercitazioni "contribuiscono alla crescita di questa tensione, che successivamente sarà più difficile superare per ripristinare la fiducia reciproca."

Fonte:https://it.sputniknews.com/mondo/201610143490437-Mattarella-Stoltenberg-sicurezza-difesa/

Commenti