Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

GLI INDIPENDENTISTI DELLO STATO DELLA CALIFORNIA VOGLIONO UN'AMBASCIATA SUL TERRITORIO RUSSO

Uno dei gruppi d'iniziativa sostenitore dell'indipendenza della California dagli Stati Uniti vuole aprire “un'ambasciata” in Russia, scrive Business Insider.

Il movimento "Yes California" era stato fondato ancor prima delle recenti elezioni presidenziali. Il leader del movimento Louis Marinelli si era recato in Russia 2 mesi fa e si era incontrato con i rappresentanti del movimento anti-globalizzazione russo. Il leader di "Yes California" aveva avuto modo di conoscere gli attivisti russi no-global a fine settembre in una conferenza a Mosca.
Secondo Marinelli, i membri del movimento no-global russo condividono la legittimità del diritto all'auto-determinazione della California, segnala il portale. Marinelli ha dichiarato che questa "ambasciata" non si occuperà di questioni diplomatiche, ma sarà più un centro di formazione, che racconterà ai russi la storia e la cultura della California e rafforzerà i legami commerciali e promuoverà il turismo. Nei piani di Marinelli c'è l'idea di creare centri simili in tutto il mondo. Secondo il leader di "Yes California", queste iniziative aiuteranno la California a vedersi riconosciuto più velocemente il diritto all'indipendenza, si afferma nell'articolo. Marinelli vive in California; nella sua vita ha insegnato la lingua russa. Secondo il leader di "Yes California", è pronto a comunicare con i movimenti di diversi Paesi, a prescindere dalla loro concezione ideologica: la cosa principale è che gli altri gruppi condividano le aspirazioni indipendentiste dei californiani. L'hashtag #Calexit ha guadagnato immediatamente popolarità nei social network il 9 novembre, quando erano stati resi noti i risultati delle presidenziali, in cui aveva vinto il repubblicano Donald Trump.

Fonte:https://it.sputniknews.com/mondo/201611203658566-Marinelli-Yes-California-indipendenza-autodeterminazione-no-global-Calexit/

Commenti