Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

I MEDIA SCOPRONO CHI APPOGGIA GLI ESTREMISTI PER LE STRADE DEGLI STATI UNITI

Le proteste contro il presidente neoeletto degli Stati Uniti Donald Trump, che da diversi giorni si svolgono in diverse grandi città del Paese, sono finanziate dall'organizzazione Progress Unity Fund, registrata come fondazione di beneficenza, scrive oggi il portale americano Daily Caller.

Progress Unity Fund è un'organizzazione esentata dalle tasse registrata con la stessa classificazione sul modello della Croce Rossa.
La "mission" ufficiale dell'organizzazione è "assicurare un'alternativa progressista al mainstream della beneficienza". Secondo il portale, la fondazione fornisce sostegno finanziario ad "ANSWER" (Act Now to Stop War and End Racism, ndr), una coalizione di molte organizzazioni per i diritti umani, i cui attivisti sono scesi per le strade a protestare subito dopo la vittoria Trump. In particolare l'organizzazione ANSWER ha organizzato le proteste a Chicago, New York, Washington, San Francisco ed altre città, riferisce il portale. "Il risultato è sconvolgente, Donald Trump è stato eletto presidente, ma la gente può intervenire e sconfiggere il suo programma fanatico e di estrema destra! La coalizione ANSWER si mobilita in tutto il Paese per organizzare e prendere parte a manifestazioni di emergenza", — si legge in un commento aperto di ANSWER sui risultati delle presidenziali. ANSWER considera l'organizzazione Progress Unity Fund come "sponsor finanziario" e il gruppo chiede ai suoi sostenitori donazioni per portare avanti ulteriori proteste contro Trump, in particolare durante l'insediamento del nuovo presidente il prossimo 20 gennaio, aggiunge Daily Caller. Negli Stati Uniti le elezioni presidenziali si sono svolte martedì 8 novembre. Inaspettatamente e a dispetto di molti sondaggi ha vinto il candidato del Partito Repubblicano Donald Trump.

Fonte:https://it.sputniknews.com/mondo/201611133627792-USA-violenze-ANSWER-beneficienza-fondazione/

Commenti

Post più popolari