Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

IL REGNO DI NORVEGIA AMMODERNA LA SUA FORZA ARMATA

Il futuro delle forze armate norvegesi è stato un argomento di dibattito per tutto l'autunno. Recentemente, tuttavia, i politici norvegesi sembrano aver raggiunto un consenso su quali modifiche apportare per la difesa della nazione.

Con la discussione sulle misure di difesa in arrivo non ancora formalmente finita, un accordo è stato raggiunto per la politica estera e i comitati di difesa in Parlamento, permettendo così una panoramica dei cambiamenti imminenti, afferma il quotidiano norvegese Aftenposten.
Forse i più drastici cambiamenti sono in serbo per la Marina Norvegese, che tradizionalmente è stata un pilastro della difesa nel paese nordico oblungo, che gode di alcune delle coste più lunghe del mondo crivellate di fiordi.
Oggi cinque fregate avranno equipaggi più grandi, migliorando le possibilità operative.
Sulle altre mani, sei torpedinieri saranno gradualmente eliminate e i controversi F-35 jet da combattimento, sono destinati a diventare la pietra angolare della difesa norvegese, diventando pienamente operativi.
In termini di corazzate puri, il futuro della Marina Norvegese sarà composto da cinque navi di superficie e quattro sottomarini.
Sebbene il numero di sottomarini sarà ridotto (da sei a quattro), riceveranno gli equipaggi più grandi per consentire l'uso quasi continuo.
Inoltre, il Ranger Comando Costiera non verrà solo mantenuto, ma la sua base ad Harstad sarà rafforzata.
Per quanto riguarda l'Air Force, l'ambizione della Norvegia di procurarsi 52 caccia F-35 come l'arma principale sembra persistere, nonostante le proteste di partiti di opposizione.
La maggior parte degli aerei da combattimento controversi sono attesi per essere collocati nella base Ørland vicino Trondheim.
Inoltre, la Norvegia è pronta a comprare aerei da pattugliamento marittimo di classe Poseidon dagli Stati Uniti come un sostituto per l'aereo Orion, che sono via via diventati superati.
Il numero esatto, non è ancora stato determinato.
Il velivolo Poseidon avrà sede presso Evenes, dove sarà di stanza una forza addizionale QRA costituita da un paio di F-35.
Inoltre, l'Air Force deve essere arricchita da 14 elicotteri NH90 navali, mentre tre aerei jet Falcon per la guerra elettronica saranno gradualmente eliminati entro il 2024.
Infine, un centro di formazione dell'Air Force sarà allegata alla base Værnes, dove 330 Marines degli Stati Uniti hanno accettato di essere di stanza in un tentativo di "impedire" un altamente improbabile aggressione russa, molto di moda negli ultimi anni.
Per quanto riguarda la Guardia Norvegese, il numero delle truppe sarà ridotto da 45.000 a 38.000, mentre 3.000 di queste continuerà come una "task force", che subisce una formazione più approfondita rispetto ai soldati regolari.
Sorprendentemente, le misure che vengono usate come un rafforzamento significativo della difesa, sono attese per salvare le casse dello Stato della Norvegia da 40 miliardi di corone norvegesi (circa $ 5 miliardi).
Il modo di operare norvegese nelle sue forze armate è stato criticato per la stravaganza e inefficienza.
La Norvegia non è allineato con la vicina Finlandia, che non dipende da Washington nella stessa misura come Oslo, mantiene una forza di mobilitazione di 160.000 e riesce a formare ogni anno 25.000 soldati di leva rispetto ai 7000 in Norvegia a metà del bilancio militare della Norvegia, riporta Aftenposten.
Allo stato attuale, la Forze Armate norvegesi contano un numero di 23.000 del personale, tra cui impiegati civili, e hanno una forza di combattimento a piena mobilitazione di 83.000.
La Guerra Fredda ha portato ad un marcato rafforzamento militare, in particolare nel Nord della Norvegia.
Dal momento che dal 2000, tuttavia, l'attenzione dei militari si è spostata dalla Difesa ad un'invasione di una forza mobile per le missioni internazionali.
Tra i membri europei della NATO, la Norvegia mantiene la più alta spesa militare pro-capite.


Fonte:https://sputniknews.com/military/201611161047496310-norway-defense-armed-forces/

Commenti

Post più popolari