Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

VLADIMIR PUTIN HA CAMBIATO LO SCACCHIERE GEOPOLITICO INTERNAZIONALE

"Putin ha cambiato le regole del gioco, questo è evidente. Gli americani non riescono a guardare il mondo con la visione che hanno i russi. Pensano così: se siamo stati egemoni prima, vogliamo esserlo di nuovo. Ma questo non accadrà" ha detto il direttore dell'Istituto di ricerca nucleare Peter Kuznik.


Il Presidente russo Vladimir Putin non si allinea alla scia americana, difendendo gli interessi nazionali del suo Paese, cambiando le regole del gioco sulla scena internazionale, ha dichiarato il professore di storia all'università di Washington, direttore dell'Istituto di ricerca nucleare Peter Kuznik.
"Putin ha cambiato le regole del gioco, questo è evidente. Gli americani non riescono a guardare il mondo con la visione che hanno i russi. Pensano così: se siamo stati egemoni prima, vogliamo esserlo di nuovo. Ma questo non accadrà" ha detto Kuznik in un'intervista al corrispondente di Ria Novosti. Secondo lui, nel 1990, dopo il crollo dell'URSS, gli USA hanno avuto l'egemonia del potere e l'ex Presidente russo Boris Eltsin ha agito seguendo ordini del Governo americano. "Ma Putin non lo fa. Putin dice che questo è in contrasto con gli interessi nazionali russi. Questo significa che pone un confine, pone dei limiti a quello che USA e Europa possono fare in Ucraina, a quello che possono fare nella regione del Baltico, a quello che vogliono fare con i sistemi PRO, a quello che si può fare in Siria" ha aggiunto il professore. A suo avviso, la crisi nei rapporti russi e americani continua, in gran parte, per la riluttanza di entrambi a farsi concessioni a vicenda. "Clinton ha bisogno di mostrare quanto è dura. La prima donna Presidente deve mostrarsi aggressiva. Putin non ha per niente intenzione di farsi indietro. Ecco il punto di rottura" ha concluso il professore, che è noto per la sua politica critica contro gli americani. Nel 2012 è stato coautore con il regista americano Oliver Stone del libro "Storia segreta degli Stati Uniti" e anche dell'omonimo documentario della serie televisiva, che rappresenta una visione alternativa di molti eventi della storia americana, tra cui il coinvolgimento americano nella Seconda guerra mondiale e la bomba atomica sganciata su Hiroshima e Nagasaki. La serie televisiva è stata una rivelazione per molte persone negli USA e in tutto il mondo.

Fonte:https://it.sputniknews.com/mondo/201611073597263-esperto-putin-internazionale-guerra/

Commenti