Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

DOPO LE PESANTI INONDAZIONI NEI DESERTI ARABI ARRIVA LA NEVE


I deserti dell'Arabia Saudita erano coperti di neve alla fine di novembre 2016, portando gioia ai sauditi sorpresI che hanno segnato l'occasione costruire pupazzi di neve.
Tuttavia, il tempo è diventato presto molto grave e mortale. La prima nevicata nelle zone settentrionali del paese, è stato segnalato il 23 novembre.
La nevicata è arrivata dopo che le temperature sono scese al di sotto di 0 ° C (32 ° F) nelle regioni centrali e nord-ovest del paese, che tendono a vedere tutti i giorni alte temperature di circa 20 ° C (68 ° F), anche nel mese di novembre.

Nella città centrale di Shakra 'e la città nordoccidentale di Tabuk, sottili strati di neve hanno coperto la terra.
In Tabarjal, una città situata nella regione le temperature di Al-Jawf del nord ha raggiunto -3 ° C (26,6 ° F), e in Al-Quryat, una provincia del nord, la temperatura era -1 ° C (30,2 ° F), ha riferito AlArabiya il 27 novembre.
Per l'Arabia Saudita, la metà di ottobre è in genere la stagione di punta delle precipitazioni di breve durata.
Anche se questo evento insolito è stato inizialmente accolto con gioia, quando le temperature sono aumentate e le piogge hanno continuato, parti del paese sono state inondate, lasciando almeno 7 morti dal 29 novembre.
Secondo AlArabiya almeno sette persone sono morte e molte altre sono rimaste ferite o intrappolate dalle forti piogge e inondazioni che hanno colpito varie regioni dell'Arabia Saudita.
Tra i morti tre giovani sauditi a Bisha, altri due in Baha e due espatriati che sono stati colpiti da un fulmine in Qunfudah.

Inondazioni torrenziali hanno distrutto anche un certo numero di case, bloccato le strade e veicoli rovesciati. La pioggia e le inondazioni in questi ultimi giorni hanno scoperto i sistemi di drenaggio inefficaci in molte parti del paese, dice il giornale. La pioggia ha inondato varie parti del governatorato Qunfudah e lavato via gran parte della strada che collega Jeddah e Jazan.
Bisha è stato frustata da una forte pioggia per più di tre ore, lasciando tre morti e altri due feriti in un incidente stradale in città.
La pioggia allagato ha Wadi Houran, nel sud-ovest del governatorato, causando crepe nella strada che conduce ad Arar nel nord del Regno.
La pioggia ha anche causato il rovesciamento di un numero di auto fuori delle strade.
Il professore di scienza del clima a Qassim University, Abdallah al-Musanad, ha detto che questa è "la seconda fase di precipitazioni in questa stagione", anche se sono passati 40 giorni dalla fine della stagione delle piogge.
Nel gennaio 2016, la neve è stato segnalato nella zona tra La Mecca e Medina per la prima volta in 85 anni.

Fonte:https://watchers.news/2016/11/30/snow-flood-saudi-arabia-november-2016/

Commenti