Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

GIORNALISTA CUBANO SMONTA LA VERSIONE DEL GIORNALISMO OCCIDENTALE SU ALEPPO


La copertura dei media della Siria è una "menzogna senza precedenti su scala globale", ha detto Pedro Garcia Hernandez, giornalista cubano dell'agenzia di stampa Prensa Latina.
Secondo lui, mentre alcuni media e politici occidentali accusano il governo siriano di violazioni del cessate il fuoco, il presidente siriano Bashar Assad e i suoi alleati stanno mettendo il massimo sforzo per porre fine alla guerra. "Una campagna d'informazione lanciata contro il governo siriano e la Russia dimostra ancora una volta che gli Stati Uniti e i loro alleati sostengono il terrorismo in Medio Oriente", ha detto Hernandez.
Il giornalista ha anche suggerito che le preoccupazioni di quei "militanti patrocinatori in Siria dall'estero," è legata al fatto che, dopo che il terrorismo sarà sconfitto potrebbero dire la verità sulla situazione in Siria.
"Per quanto riguarda i videoclip dei residenti spaventati di Aleppo dell'esercito siriano, sono anche una bugia. Sto lavorando in Siria e ho visto la vita dei siriani nella parte di Aleppo controllate dalle forze governative. L'esercito ha fatto un sacco per aiutare le persone. Allo stesso tempo, nelle zone controllate dai militanti le condizioni per i civili erano insopportabili ", ha detto Hernandez.
Egli ha suggerito che i tentativi di "discriminare" il successo della Russia in Siria sono parte di questa campagna di false informazioni.
"La presenza della Russia in Siria è stata autorizzata dal governo, mentre la presenza di altri paesi, per esempio negli Stati Uniti o in Turchia, in Siria non è legittima. Stanno perseguendo i propri obiettivi lì", ha detto. "I media occidentali e politici sono ipocriti sulle vittime civili in Siria. Ho visto militanti che sparano un missile in un ospedale nel centro di Damasco. Hanno anche distrutto una scuola lì. Questi erano i distretti civili. Ma i media tradizionali tutto ciò" descrive Hernandez, Mosca ha invitato le istituzioni delle Nazioni Unite di smettere di essere parte della "campagna di propaganda occidentale" contro Mosca e Damasco.
"Riteniamo che sia una situazione completamente inaccettabile quando alcuni membri di alto livello del Segretariato delle Nazioni Unite fanno parte di una campagna di falsa informazione lanciata da alcuni paesi occidentali volti a screditare gli sforzi anti-terrorismo delle autorità siriane e le forze aerospaziali russa," lo conferma il Ministero degli Esteri russo in un comunicato.
Secondo il giornalista russo e commentatore politico Alexander Khrolenko, il motivo principale dietro i media occidentali sulla situazione in Siria è il fatto l'Occidente sta perdendo la lotta contro il governo siriano e il presidente Bashar Assad. "Una coalizione guidata dagli Stati Uniti sta perdendo terreno in Siria. Per cinque anni, Washington e i suoi alleati hanno utilizzato le forze di opposizione e jihadisti nel tentativo di rovesciare Assad," afferma Khrolenko in un pezzo per RIA Novosti.
All'inizio di questa settimana, il Ministero della Difesa russo ha detto che il video clip di presunti "attacchi aerei russi, plotoni di esecuzione, in scene di violenza" ad Aleppo sono stati fabbricati dai militanti.
"Tutte le dichiarazioni occidentali con riferimento ai 'post di attivisti' e film su presunti 'attacchi aerei russi,' 'plotoni di esecuzione' e altre scene in scena sono state girate da gruppi televisivi speciali composti dai militanti. Resta una grande domanda perché alcuni supporter utilizzano tali video senza controllare la fonte", ha detto il portavoce del Ministero della Difesa russo Maj Gen. Igor Konashenkov.
A quanto pare la Russia ha segnato un'altro successo in Siria.

Fonte:https://sputniknews.com/world/201612161048660930-west-russia-information-campaign/

Commenti