Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

GLI STABILIMENTI METALMECCANICI DELLA FEDERAZIONE PRONTI A SODDISFARE LA RICHIESTA INTERNAZIONALE DI COMBUSTIBILE NUCLEARE

Lo "Stabilimento metalmeccanico", una delle società del gruppo "Rosatom" situata ad Elektrostal nella provincia di Mosca, ha aperto le porte dell'impianto ai giornalisti e agli ospiti dell'11° Forum Internazionale "Energia nucleare, Ambiente e Sicurezza nel 2016", svoltosi a Mosca il 22 e 23 novembre.

Tra i visitatori che hanno potuto vedere il reparto per la produzione di combustibile nucleare c'era il corrispondente di Sputnik. Per entrare nel reparto di produzione bisognava indossare una tuta bianca, cuffie, copriscarpe e una maschera sul volto. Inoltre ad ogni visitatore dell'impianto era stato dato un dosimetro per misurare il livello di radioattività.
Lo "Stabilimento metalmeccanico" è una delle 12 aziende del gruppo "TVEL", che occupa il 17% del mercato mondiale del combustibile nucleare e prevede di incrementare la propria quota al 22% entro il 2032. L'impianto produce combustibile per la maggior parte dei tipi di reattori nucleari, tra cui quello a neutroni veloci, così come per i reattori nucleari di ricerca e delle navi. Oggi lo "Stabilimento metalmeccanico" fornisce il carburante a 78 reattori russi e 14 centrali nucleari tra Europa ed Asia, esportando pastiglie di combustibile ed altri elementi. Rappresentano il 90% delle esportazioni dell'impianto.
Nella grande fabbrica si produce il combustibile compatibile per i diversi tipi di reattore secondo un'unica linea produttiva automatizzata. L'unica differenza sta nel tipo di polvere di uranio che funge da materia prima per il combustibile desiderato.
La tecnologia produttiva si snoda attraverso varie fasi. L'uranio in polvere arricchito viene pressato e sottoposto a trattamento termico, viene levigato, dopodichè il diametro di ciascuna pastiglia viene misurato da un micrometro laser, che permette di eliminare le unità difettose. Gli eventuali difetti vengono memorizzati dal computer e in caso di rilevazione la pastiglia nucleare viene polverizzata in un apposito container.
Le pastiglie che passano le verifiche vengono inviate in un altro reparto, in cui vengono messe in speciali "barre di combustibile", da cui vengono assemblati gli elementi di combustibile più grandi (fuel assembly).
In un'intervista a "Sputnik", il direttore dello stabilimento Alexey Zhigalin ha detto che la società "TVEL" è allo stesso livello dei maggiori produttori mondiali di combustibile nucleare come la francese "AREVA" e l'americana Westinghouse: "c'è il mercato delle centrali nucleari di progettazione russa, sui cui lotta aggressivamente la concorrenza. La società americana Westinghouse sta cercando di entrare in questo mercato, ma non sono abbastanza bravi per nostra gioia e purtroppo per loro. Per quanto riguarda i nostri contatti con la compagnia AREVA, sono loro che trattano con i Paesi clienti. Noi produciamo il combustibile su loro richiesta." Il prossimo febbraio lo "Stabilimento metalmeccanico" celebrerà il suo centenario. Il 28 febbraio 1917 il primo lotto di munizioni venne prodotto proprio qui. Durante la Seconda Guerra Mondiale, la fabbrica produceva anche armi, compresi i leggendari razzi "Katyusha" e "Vanya", che hanno assicurato la vittoria sovietica sulla Germania nazista. Con la fine della guerra, cessò la produzione di armi e l'impianto venne riconvertito nel progetto nucleare sovietico, iniziando a sviluppare e produrre combustibile nucleare. Nel 1954 qui è stato prodotto il combustibile per la prima centrale nucleare del mondo ad Obninsk e più tardi, nel 1957, è uscito dalla fabbrica il combustibile nucleare per la prima nave rompighiaccio del mondo. Parallelamente agli impianti che producono energia pulita in molti Paesi, le centrali nucleari sono di gran lunga le più affidabili e meno inquinanti. Secondo la World Nuclear Association, la produzione globale di energia nucleare aumenterà dai 379 gigawatt nel 2015 ai 552 gigawatt entro il 2035, aumentando così la domanda globale di combustibile nucleare.

Fonte:https://it.sputniknews.com/economia/201612023723125-energia-tecnologia-Russia/

Commenti

Post più popolari