LE IMPRESE SPAGNOLE PER NON PERDERE IL CONVENIENTE MERCATO RUSSO SI SPOSTANO NELL'OMINIMO PAESE


«La possibilità di trasferire la loro produzione [in Russia] è stata presa in considerazione anche dalla Index, uno dei maggiori produttori al mondo di abbigliamento, per il quale la Russia è il più grande mercato, dopo la Cina, dei marchi Zara, Oysho, Massimo Dutti, Bershka, Pull & Bear ed altri», ha detto la Kurochkina.
Già un certo numero di aziende spagnole hanno avviato la produzione in Russia. È il caso di una fabbrica di componenti per automobili che ha aperto uno stabilimento nella regione di Samara. «Alla base degli scambi commerciali tra i due paesi rimane il settore petrolifero e del gas, ma negli ultimi anni è cresciuta l'offerta delle società russe per la fornitura in Spagna di prodotti high-tech… Penso che il successo in questo settore migliorerà le esportazioni russe», ha spiegato la rappresentante. Le aziende interessate a trasferire la propria attività in Russia sono anche quelle alimentari, il cui fatturato è crollato dopo l'introduzione delle sanzioni. Inoltre c'è anche l'interesse russo per alcune aziende spagnole. Secondo la Kurochkina i russi sono interessati alla esperienza spagnola nel settore della gestione stradale. «Alcune aziende spagnole sono leader nel settore della costruzione e gestione di autostrade e degli impianti di pagamento del pedaggio», ha precisato. Inoltre in vista dei Mondiali di calcio del 2018 sono stati condotti intensi negoziati tra l'amministrazione di Nizhny Novgorod e la spagnola Palau Turf, uno dei leader mondiali nella produzione di rivestimenti per campi da calcio, riguardo il trasferimento della produzione in Russia.

Fonte:https://it.sputniknews.com/economia/201612153796141-spagna-commercio-russia/

Commenti