Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

LE IMPRESE SPAGNOLE PER NON PERDERE IL CONVENIENTE MERCATO RUSSO SI SPOSTANO NELL'OMINIMO PAESE


«La possibilità di trasferire la loro produzione [in Russia] è stata presa in considerazione anche dalla Index, uno dei maggiori produttori al mondo di abbigliamento, per il quale la Russia è il più grande mercato, dopo la Cina, dei marchi Zara, Oysho, Massimo Dutti, Bershka, Pull & Bear ed altri», ha detto la Kurochkina.
Già un certo numero di aziende spagnole hanno avviato la produzione in Russia. È il caso di una fabbrica di componenti per automobili che ha aperto uno stabilimento nella regione di Samara. «Alla base degli scambi commerciali tra i due paesi rimane il settore petrolifero e del gas, ma negli ultimi anni è cresciuta l'offerta delle società russe per la fornitura in Spagna di prodotti high-tech… Penso che il successo in questo settore migliorerà le esportazioni russe», ha spiegato la rappresentante. Le aziende interessate a trasferire la propria attività in Russia sono anche quelle alimentari, il cui fatturato è crollato dopo l'introduzione delle sanzioni. Inoltre c'è anche l'interesse russo per alcune aziende spagnole. Secondo la Kurochkina i russi sono interessati alla esperienza spagnola nel settore della gestione stradale. «Alcune aziende spagnole sono leader nel settore della costruzione e gestione di autostrade e degli impianti di pagamento del pedaggio», ha precisato. Inoltre in vista dei Mondiali di calcio del 2018 sono stati condotti intensi negoziati tra l'amministrazione di Nizhny Novgorod e la spagnola Palau Turf, uno dei leader mondiali nella produzione di rivestimenti per campi da calcio, riguardo il trasferimento della produzione in Russia.

Fonte:https://it.sputniknews.com/economia/201612153796141-spagna-commercio-russia/

Commenti

Post più popolari