Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

MIGLIAIA DI ITALIANI SCENDONO IN PIAZZA CHIEDENDO L'USCITA DALL'UNIONE EUROPEA


A seguito dei risultati del referendum italiano il 4 dicembre, centinaia di manifestanti sono scesi per le strade di Roma, chiedendo che l'Italia lasci l'Unione Europea.
I manifestanti si sono riuniti al di fuori del parlamento della città eterna dopo che è stato confermato che senza voto aveva sconfitto il governo del primo ministro Matteo Renzi e loro piani di riforma del Senato italiano. I manifestanti hanno esposto striscioni che dicono al governo di rispettare il voto.
Molti dei manifestanti hanno anche chiesto le dimissioni del primo ministro, che in una conferenza stampa dopo l'annuncio del risultato, ha detto che avrebbe rassegnato le proprie dimissioni al Presidente della Repubblica Italia, a Sergio Mattarella che spiega: "Quando si perde, non si può far finta che nulla sia accaduto e andare a letto e dormire. Il mio governo si conclude qui oggi ".
Il risultato del referendum potrebbe portare a elezioni anticipate già nel febbraio.
Le tensioni si sono riscaldate tra manifestanti e polizia che stazionano al di fuori del parlamento e, infine, le autorità hanno deciso di chiudere la protesta.
Tre individui sono stati presi in custodia dalla polizia mentre altri manifestanti hanno urlato "vergogna su di voi" per gli ufficiali.
Uno dei leader studenteschi della protesta, 27 anni, Michele Sugarelli, ha detto : «Brexit non era un voto contro l'Europa, è stato un voto contro l'Unione Europea, che prende il potere dal popolo e prende decisioni contro il loro interesse. Noi vogliamo la stessa cosa. Noi vogliamo cambiare in Italia e in Europa ", ha aggiunto:". Vogliamo opportunità per i giovani, e vogliamo che l'Unione Europea finisca".
Un altro manifestante di nome Pietro ha descritto le tattiche della polizia dicendo: "Loro sono in corso violenti perché hanno paura. Ora è un momento in cui l'élite potrebbe cadere. La gente non vuole sacrifici economici mentre il governo mantiene gli interessi delle banche e delle grandi aziende ".
Uno studente di nome Lorenzo, che ha parlato alla manifestazione ha dichiarato: "Tutti parlano di giovani, ma quando abbiamo effettivamente alzato la voce, questo è il risultato". Ha continuato a notare: «Non credo che l'UE sopravviverà alla prossimi anni. In Italia, tutti odiano questa vergogna chiamata l'Unione Europea. Sta cadendo a pezzi e speriamo che accada in fretta. "

Fonte:http://www.breitbart.com/london/2016/12/07/hundreds-italians-take-streets-demand-exit-eu

Commenti

Post più popolari