Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

SECONDO UN RAPPORTO DELL'INTELLIGENCE TEDESCA LE POTENZE ISLAMICHE DEL GOLFO STANNO INCREMENTANDO L'ESTREMISMO NEL PAESE


Agenzie di stampa tedeschi stanno segnalando che il sostegno ai gruppi salafiti fondamentalisti nel paese è aumentato, indicando che ci sono almeno 10.000 aderenti alla dottrina islamica rigorosa nel paese del nord Europa.
Il Servizio Federale di Intellicence di Berlino (BND) e l'agenzia di intelligence interna, l'Ufficio Federale per la Protezione della Costituzione (BfV), stanno indicando i Paesi del Golfo che finanziano gruppi religiosi, moschee, gruppi di conversione e gli imam integralisti.
Un rapporto redatto da parte delle agenzie ha osservato che i gruppi missionari, tra cui lo sceicco Bin Eid Mohammad al-Thani Charitable Association e l'Arabia Lega Musulmana Mondiale hanno effettuato parte di una "strategia di lungo corso di esercitare un'influenza" dalle nazioni del Golfo. Il rapporto ha anche nominato il Kuwait Revival of Islamic Heritage Society (RIHS), una ONG bandito da Mosca e Washington per presunti legami con Al-Qaeda.
Il Belfast Telegraph ha citato il rapporto, dicendo che le organizzazioni citate sono "strettamente connesse con gli uffici governativi nei loro paesi d'origine."
RIHS e l'associazione Sheikh Eid hanno ovviamente negato le accuse, così come ambasciatore saudita Awwas Alawwad, che ha detto che il regno non ha "alcun legame con salafismo tedesco" e non esporta ministri o costruisce moschee.
Il rapporto è trapelata settimane dopo che Berlino vietato Die Wahre Religion (della vera religione), un gruppo che sostiene di diffondere il suo stile della religione "in una forma moderna e con l'aiuto dei nuovi media."
Dopo gli arresti in 190 sedi del Gruppo in 60 città della Germania occidentale, il ministro dell'Interno Thomas de Maiziere ha detto ai giornalisti a Berlino, "Le traduzioni del Corano vengono distribuite insieme ai messaggi di odio e di ideologie incostituzionali ... gli adolescenti vengono radicalizzati con le teorie della cospirazione". Ha aggiunto: "Noi non vogliamo terrorismo in Germania ... e non vogliamo esportare il terrorismo." E 'stato stimato che circa 850 persone hanno viaggiato in Iraq e la Siria dalla Germania per unirsi a gruppi fondamentalisti militanti come l'ISIS.
La Germania è particolarmente sensibile al terrorismo interno dopo i due attacchi nel mese di luglio, tra cui un attentatore suicida che ha ucciso 15 persone quando ha fatto esplodere se stesso. Un video è stato poi scoperto del bomber, un siriano di nome Mohammed Daleel, un pegno di fedeltà all'ISIS.

Fonte:https://sputniknews.com/europe/201612151048570938-german-intelligence-gulf-states-/

Commenti