Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

I SOTTOMARINI RUSSI INTIMORISCONO LA MARINA MILITARE BRITANNICA

L'ammiraglio Philip Jones ha affermato che i sottomarini russi rappresentano oggi la più grande sfida per la Marina militare britannica dalla fine della Guerra fredda. Lo riporta il Daily Telegraph.

Questa dichiarazione risale a quando la Royal Navy hanno scortato la portaerei russa Admiral Kuznetsov in transito nel canale della Manica di ritorno dalla Siria. Stando al Daily Telegraph, però, la flotta di superficie russa preoccupa molto meno Londra dei sottomarini che incrociano nelle acque del nord della Scozia.
Le fregate e i sottomarini britannici, con il supporto degli alleati della NATO, giocano sempre più di frequente al gatto e topo con le navi russe — scrive il quotidiano britannico. Gli esperti di Russia a Londra (come, ad esempio, Andrew Foksoll della Henry Jackson Center Analytical Society) temono che la crescente attività dei sottomarini russi sia legata ai tentativi di spiare i sottomarini nucleari britannici. essi credono che la Russia sia alla ricerca di informazioni importanti sulla sicurezza del Regno Unito, in particolare sul programma dei sottomarini strategici armati di missili Trident. L'ammiraglio Philip Jones, dal canto suo, ha riconosciuto che la Royal Navy sta vivendo un periodo di difficoltà finanziarie aggravato dalla mancanza di personale e di armamenti. Egli ha aggiunto che quella britannica rimane comunque una flotta di prima classe.

Fonte:https://it.sputniknews.com/mondo/201701163938090-paure-marina-britannica/

Commenti