IN SERBIA CRESCE IL DISSENSO VERSO UN'ADESIONE ALL'UNIONE EUROPEA

Venticinque anni dopo la firma del Trattato di Maastricht per la creazione della UE, ci sono alcune persone in Germania che dicono che l'UE oggi è simile alla Jugoslavia appena prima del suo collasso. In Serbia, dove per più di 20 anni fa la gente è stata alimentata da vuote promesse di entrare a far parte della UE, le aspettative non sono alte come quelle di una volta.

Secondo i recenti studi dell'Ufficio del governo serbo per l'integrazione europea, il 47% dei cittadini continuano a favorire l'adesione all'UE.
Tuttavia, questa cifra era molto più alta, 73% nel 2009.
Dusan Prorokovic del Centro di alternative strategiche, ha detto come nel corso degli anni non erano state soddisfatte le decisioni chiave del Trattato di Maastricht.
Secondo lui, l'accordo era basato su quattro principi - l'unione monetaria, una politica estera e di sicurezza comune e di cooperazione nel settore degli affari interni.
"L'unione monetaria ha iniziato a lavorare in parti dell'UE, ma in pratica si è scoperto che i ricchi sono sempre più ricchi mentre i poveri si sono spostati più nel debito. Questa crisi si è già verificato in Grecia, in parte in Spagna, Portogallo e Irlanda. L'escalation si svolge in Italia e in Francia, così si scopre che la Germania sta ricevendo la maggior parte dei bonus ", ha detto Prorokovic.
Se si parla di una politica interna, estera e di sicurezza coerente secondo l'analista la crisi migratoria e il fatto che i terroristi possono muoversi liberamente tra Bruxelles e Parigi mostra una mancanza di unità e di lavoro non coordinato tra la polizia belga e francese.
Prorokovic ricorda che lo scenario dei evoluzion dell'UE come la Jugoslavia è stata prevista da Jože Mencinger, un economista sloveno rispettabile, che ha detto che i problemi politici sono preceduti da crisi economiche profonde che portano ad una divisione tra le persone che abitano il paese.
"L'UE non è la stesso del 2008 e, soprattutto, non come è stata nel 1992.
Non vedo alcun motivo di ottimismo a Bruxelles o qualsiasi prerequisito che l'UE possa continuare con lo stesso spirito.
Questi problemi sono stati in discussione da oltre un decennio e se i burocrati europei non avessero fatto finta che tutto va bene, forse il destino della UE sarebbe stato diverso ", ha detto l'analista.
Parlando che solo il 47% della popolazione serba vuole aderire all'UE, l'editor capo di New Serbian Political Thought, Djordje Vukadinovic ha detto che secondo lui i risultati sono "estremamente insoliti", in quanto mostrano un irrealisticamente elevato livello di supporto.


Fonte:https://sputniknews.com/europe/201702091050512907-serbia-skeptical-of-joining-european-union/

Commenti