Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

IRAN: LA ZONA ECONOMICA SPECIALE METTERA' FINE ALLA FAME

L'Iran, dopo la conclusione dell'accordo sul nucleare, è diventato estremamente attraente come luogo di investimento redditizio. La free economic zone, zona economica speciale, sull'isola di Qeshm ha attirato gli investitori provenienti da 10 paesi. Quali sono le caratteristiche di Qeshm lo spiega l'analista orientalista Vladimir Sazhin.

"Dopo la realizzazione di un accordo nucleare tra l'Iran e il gruppo di mediatori internazionali "5 + 1" dell'anno scorso, i rapporti economici tra l'Iran e gli altri Paesi hanno subito cambiamenti significativi. Uscito dall'isolamento, l'Iran è diventato come un magnete e attira l'attenzione del business internazionale. Nel 2016 l'Iran si è precipitato a recuperare le sua vacillante posizione a causa delle sanzioni sulla scena internazionale, nel campo commerciale ed economico. Inoltre, il focus è stato posto su due centri di potere: la Cina e l'Unione Europea. Nel 2016 è notevolmente aumentato il fatturato dell'Iran con la Francia, l'Italia, la Gran Bretagna, il Giappone, la Turchia e molti altri. E questo processo, senza dubbio, continuerà.
Oggi per l'economia iraniana sono necessari gli investimenti stranieri. Sputnik ha a disposizione i dati: nei prossimi cinque — sette anni, l'Iran avrà bisogno di circa 500 miliardi di dollari. Ad esempio, fino al 2020, Teheran prevede di attirare 185 miliardi di dollari di investimento solo in petrolio, gas e industria petrolchimica. Lo scorso anno l'Iran è stato in grado di attirare circa 12 miliardi di dollari per 113 progetti. Nel settore degli investimenti, collabora con Cina, Francia, Emirati Arabi uniti, Venezuela, Regno Unito, Russia. A dicembre il parlamento russo ha approvato un progetto di legge federale sulla ratifica dell'accordo tra l'Iran e la Russia, sulla promozione e reciproca protezione degli investimenti per entrambi i lati.
I più attivi sul mercato iraniano si dimostrano Spagna e Germania. Così, gli spagnoli, da dicembre 2015 a dicembre 2016, hanno investito 3,2 miliardi di dollari, mentre i tedeschi 2,9 miliardi. Gli imprenditori spagnoli hanno investito i fondi solo in un paio di progetti, mentre i loro omologhi tedeschi in 17 progetti. I 500 miliardi di dollari di investimento servono per diversi motivi. In particolare, la legislazione iraniana non risponde pienamente alle esigenze e agli interessi dei partner stranieri. E ' bene capire se Teheran procederà verso l'armonizzazione del business iraniano con le leggi in vigore.
Inoltre, non tutti i potenziali investitori stranieri hanno capito i vantaggi dell'investire in Iran. Ma gli iraniani stanno facendo tutto il possibile per mostrare il fascino del business del loro paese. Questo vale sia per diversi settori dell'economia, sia per varie regioni. Recentemente, il direttore generale dell'Organizzazione di Qeshm, Hamid Reza Moameni, ha dichiarato che Qeshm, tra sette zone franche del paese, si distingue per le sue capacità in termini di attrazione di investimenti, per la presenza di grandi riserve di petrolio e di gas, la mancanza di problemi di trasporto, la facile accessibilità dal mare, la presenza di aeroporti che sono in grado di ricevere pesanti aeromobili.
La posizione geografica favorevole dell'isola di Qeshm fornisce le proprietà di una sorta di punto di sosta di merci e prodotti, ponte tra l'Iran e i paesi del golfo Persico, tutto il Medio Oriente e l'Europa. Secondo Moameni, tutto questo attira l'attenzione degli investitori verso l'isola di Qeshm. Nel giro di pochi mesi dopo l'adozione congiunta degli accordi, l'isola è stata visitata da una delegazione di investitori provenienti da Francia, Italia, Inghilterra, Russia, Giappone, Cina, Norvegia, Austria, India, Oman, Emirati arabi, Kuwait. I potenziali investitori stranieri hanno espresso la volontà di sviluppare progetti di collaborazione con l'Iran e lavorare per creare le condizioni per gli investimenti in progetti sull'isola di Qeshm. Tra i progetti c'è lo sviluppo di alta tecnologia, al fine di trasformare Qeshm in un centro informativo del Medio Oriente, lo sviluppo del tessile e l'industria della pesca, dell'edilizia e molto altro ancora.
La proposta è stata fatta sulla formazione di una struttura speciale per trasformare la zona franca di Qeshm in una zona internazionale economica di libero scambio. La zona franca di Qeshm con entusiasmo ha considerato l'idea di Russia e Cina di situare sull'isola una banca internazionale di assicurazione per garantire attività di investimento".

Fonte:https://it.sputniknews.com/mondo/201702024021220-iran-zonaeconomicaspeciale-investimenti/

Commenti

Post più popolari