Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

LA RAPIDA ASCESA DELLA REPUBBLICA DELL'INDIA A STATUS DI GRANDE POTENZA


Nel corso degli ultimi anni, specialmente quest'ultimo, la Repubblica dell'India sotto la guida del nuovo presidente nazionalista Narendra Modi ha assunto i contorni sempre più evidenti di un Paese in rapida espansione e modernizzazione del suo apparato sociale e produttivo.

Narendra Modi, leader del Bharatiya janata party (Bjp, Partito del popolo indiano). Modi ha sconfitto il partito del Congresso, che ha riconosciuto il risultato.
Sonia e Rahul Gandhi si sono assunti personalmente la responsabilità della sconfitta del partito del Congresso, che era al potere dal 2004.
Narendra Modi, 63 anni, ex commerciante di tè di origini umili, governatore dello stato del Gujarat dal 2001, gode di un’enorme popolarità tra gli indiani.
Modi è nato a Vadnagar, nel Gujarat, nell’India occidentale, da una famiglia ghanchi, uno dei ranghi più bassi del sistema delle caste che ancora definisce la società in India.
Suo padre aveva un negozio di tè.
Fin da ragazzo, Modi ha militato in Rashtriya swayamsevak sangh (Rss), un’organizzazione paramilitare nazionalista.
E' anche vero tuttavia che Narendra Modi è anche un forte sostenitore dell'induismo, decisamente la più antica forma religiosa del mondo che ha come base gli antichi testi sacri detti Veda, dal sanscrito "conoscenza", con fondamenti, narrazioni storiche che arrivano fino ad un periodo di oltre 5000 anni fa.
Sapevate che la chirurgia estetica è stata inventata in India poiché «ci voleva un chirurgo plastico per innestare la testa di un elefante sul corpo del Dio Ganesh?». Lo ha dichiarato il premier Narenda Modi, aggiungendo che l’inseminazione artificiale è nata in India millenni fa: «Come altro faceva il re guerriero Karna ad essere nato fuori dal ventre della madre?».
Alcuni autori di testi scolastici insegnano che la tv fu inventata in India perché nel «Mahabharata» si parla di «visione delle battaglie trasmesse per via telepatica».
Le prime auto furono costruite dagli indù, perché nei loro testi sacri si parla di «carri senza cavalli». I missili terra-aria? C’erano già nelle battaglie mitologiche. Furono «le prime armi atomiche», secondo i fondamentalisti impegnati a riscrivere la Storia ufficiale a tinte induiste.
Nel corso dell'ultimo anno la Repubblica dell'India ha subito una rapida espansione in molti settori, compreso quello militare ed economica evincendo l'opinione di molti che anche l'India si stia rapidamente indirizzando a raggiungere alla pari di Stati Uniti, Cina e Federazione Russa lo status di Grande Potenza.
Avente una popolazione come quella cinese di circa un miliardo e mezzo di individui il potenziale di manodopera è estremamente elevato e tale processo di modernizzazione economica e aumento dell'occupazione ha iniziato un processo di svolta solo negli ultimi anni.
L'India è la dodicesima più grande economia del mondo in termini nominali e la quarta in termini di potere d'acquisto. Riforme economiche hanno trasformato il Paese nella seconda economia a più rapida crescita (è uno dei cinque Paesi a cui ci si riferisce con l'acronimo BRICS).
L'India è destinata a crescere del 7.7 per cento nell'2017, rimanendo la più rapida crescita di grandi dimensioni di economia di sviluppo, in quanto beneficia di forti consumi privati e graduale introduzione di significative riforme interne, spiega un rapporto delle Nazioni Unite.
Il rapporto afferma che l'India si è posizionata come l'economia più dinamica tra i paesi più grandi e si prevede che rimanga tale ancora per un lungo periodo di tempo.

Sappiamo che a dominare lo scenario economico nell'area asiatica attualmente è la Repubblica Popolare Cinese che sta attuando una forte cooperazione economia e militare con altri Paesi alleati nella regione, per non parlare del progetto One Belt One Road, oppura New Silk Road, un sistema ferroviario e marittimo del commercio ormai ultimato entro i prossimi due anni che mirano a estendere la cooperazione economica con oltre ventotto Paesi del continente eurasiatico.
Quello che spesso è passato inosservato è che anche la Repubblica dell'India nei tempi recenti ha rapidamente aumentato la sua influenza presso i Paesi della regione e oltre oceano.
L'ascesa politica, economica e militare graduale della Cina continua ad essere un obiettivo primario tra molti organi decisionali in tutta l’Asia e oltre, ma spesso si perde nella discussione l’India, i suoi obiettivi strategici, e la sua influenza politica in Asia e nel mondo.
Mentre l’India continua a guadagnare il suo piede sulla scena mondiale, continua a rivedere il modo in cui si avvicina a relazioni bilaterali, regionali e internazionali. L’India è, senza dubbio, sulla strada giusta in termini di combinazione di strategia militare a lungo termine con gli obiettivi politici ed economici.
Qui si esamina lo stato di avanzamento tra l’India e una serie di stati regionali, per valutare meglio la capacità dell’India di plasmare la propria realtà geopolitica.
Repubblica dell'India-Impero del Sol Levante (Giappone)

Nel 2015 i due Paesi hanno firmato un trattato di cooperazione economica.
Entrambi i Paesi, in combinazione con una forte cooperazione economica rimangono preoccupati per il crescente potere e l’influenza della Cina.
L’India è stata da tempo allarmata per collegamenti militare della Cina con il Pakistan e la sua crescente presenza nell’Oceano Indiano.
Il Giappone è ancora venuto a patti soppiantando la più grande economia del mondo, e da una crescente assertività della Cina nel Mar Cinese Meridionale.
L’accordo è l’ultimo di un modello emergente di una maggiore cooperazione economica tra l’India alle spalle della Cina.
Il rapporto indiano-giapponese fiorente può infine influenzare la capacità della Cina di raggiungere il proprio obiettivo di rafforzare i legami bilaterali con un certo numero di Paesi della regione dell’Asia. L'India sta rafforzando in modo efficace il concetto di centralità giapponese negli affari asiatici, qualcosa che era stato in calo negli ultimi anni.
Repubblica dell'India-Sud-est asiatico
Pur essendo storicamente sospettosi delle intenzioni indiano, il sud-est asiatico detiene una molto più forte avversione per la Cina che dell’India.
Le macchinazioni cinesi nella regione sono ancora di rilievo nella memoria popolare, data l'invasione della Cina al Vietnam del 1979, il suo sostegno del regime di Pol Pot in Cambogia (1976-1979), e le accuse di coinvolgimento nel 1965 nel colpo di stato in Indonesia.
Inoltre, la Cina ha ancora irrisolte dispute di confine con diverse nazioni della regione, tra cui il Bhutan, Taiwan, Giappone, Vietnam, Filippine e Malesia, così come rivendicare un pezzo considerevole dello stato indiano di Arunachal Pradesh. Il Tibet, naturalmente, rimane un osso piaga della discordia nelle relazioni sino-indiane.
La diplomazia indiana è stata fortemente concentrata sulla Oriente e Sud Est asiatico per 20 anni.
Avendo già segnalato la rinnovata importanza dell’India nella politica di “Look East”, la politica Look East dell'India mira a migliorare i legami economici e politici con la regione e cerca di ritagliarsi un posto per l’India nella più ampia regione Asia-Pacifico.
Essendo la più grande democrazia del mondo conferisce un certo grado di trasparenza per motivi di politica estera dell’India.
Un ordine regionale dominato negli ultimi due decenni da mercati aperti, la cooperazione internazionale e di una comunità democratica in evoluzione sostenuta da relazioni diplomatiche e di sicurezza di Washington, ha anche facilitato la statura crescente dell’India tra i suoi vicini regionali.
La netta differenza nei sistemi politici a volte sembrava essere il tallone d’Achille di entrambe le parti.
Per l’India, il rispetto delle norme democratiche, controlli e gli equilibri ha ostacolato la sua capacità di raggiungere i suoi obiettivi regionali più grandi.
Ad esempio, per decenni l’India ha rifiutato di avere qualsiasi rapporto con il Myanmar, lasciando un’apertura per la Cina, e la tensione politica di lunga data con lo Sri Lanka ha ostacolato i legami più stretti tra i due paesi - un divario che la Cina ha sfruttato appieno.
Repubblica dell'India-Sri Lanka
A lungo visto dall'India come fermamente nella sua sfera di influenza, l’India è stata interessata da una sollecitazione attiva di Colombo degli aiuti cinesi e gli investimenti, con la Cina ora numero uno donatore di aiuti dello Sri Lanka (più di US $ 1 miliardo all’anno), il principale partner commerciale, e il fornitore di maggioranza di mezzi di costruzione e di e prestiti di sviluppo del paese.
Dove l’India è preoccupata dalla sensibilità nazionali - in particolare dalla sua popolazione tamil, arrabbiato per il modo in Tamil sono stati trattati in Sri Lanka dopo la sconfitta 2009 dei ribelli Tigri Tamil - la Cina si trova ad affrontare problemi simili.
Il governo Rajapaksa ha accolto le aperture cinesi a braccia aperte; l'India è stata rimescolando per recuperare il ritardo.
Lo Sri Lanka è solo un fronte in una battaglia più ampia per il controllo dell ‘Oceano Indiano.
La Cina ha costantemente costruito porti dell’Oceano Indiano in Bangladesh (Chittagong), Birmania (Kyaukphyu) e Pakistan (Gwadar), quando ha anche costantemente assistito all’espansione navale del Pakistan, con grande dispiacere dell'India.
L’India ha fatto riferimento alla cooperazione sino-pakistana come dannosa per la pace regionale.
Ma nell’Oceano Indiano, almeno per il momento, l’India ha il sopravvento, avendo incrementato la spesa navale al 15% del suo bilancio totale della difesa nel corso degli ultimi cinque anni, nel tentativo di proteggere ciò che vede come ‘Lago Indiano’. Per il momento, almeno, c’è spazio per entrambi i Paesi a mantenere la supremazia militare nel loro proprio cortile.
Repubblica dell'India-Myanmar
I rapporti dell’India con Myanmar hanno oscillato tra amicizia, abbandono e ostilità, eppure l'ascesa dell’India sulla scena internazionale e di “transizione democratica” del Myanmar stanno costringendo entrambi i governi a rivedere la natura delle relazioni bilaterali sulla base di sviluppi geopolitici regionali.
India vede la trasformazione politica emergente del Myanmar come un’apertura strategica ed ideologica che offre a New Delhi la possibilità di diluire l’influenza cinese in espansione, con la profondità strategica dell’India.
A sua volta, il Myanmar guadagna un rapporto più forte con l’India su una varietà di livelli, mentre la Cina vede il rapporto di rafforzamento tra India e Myanmar come una minaccia strategica.
La diffusione delle lingue indiane negli Stati Uniti
Una volta confinate in gran parte dell'India e i circostanti paesi dell'Asia meridionale, le lingue hanno cominciato a diffondersi in tutto il mondo.
Persone provenienti da India hanno viaggiato per gli Stati Uniti nella metà del secolo scorso in cerca di opportunità economiche, e così facendo hanno portato lingue indiane con loro. Indipendentemente dalla propria relazione con la cultura indiana e la sua diversità linguistica e religiosa, è praticamente impossibile sfuggire alla sua influenza negli Stati Uniti.
Aprendo un giornale ogni mattina si può trovare un articolo riguardante il ruolo dell'India come forza economica e culturale e proveniente in tutto il mondo.
Accendere la televisione e si possono trovare interi programmi televisivi relativi all'India. Anche la radio squilla musica indo-occidentale Punjabi su base giornaliera.
Al fine di comprendere appieno e partecipare al fenomeno globale di crescita di India, è necessario comprendere la cultura indiana, che è intrinsecamente legato al Hindi, la terza lingua più parlata al mondo.
Le comunità indiane locali stanno crescendo in dimensioni, e insieme portano un interesse collettivo nella conservazione della cultura indiana in America.
Bharata Natyam, Raas, Garba, Bhangra, e la danza da pellicola sono principalmente le forme di danza più popolari trovati in tutta l'America.
In particolare, nei campus universitari hanno assunto forme di danza indiana con caratteristiche funzionali ed artistiche, e un livello di artigianalità che non è mai stato sperimentato prima.
La dedizione e l'interesse degli studenti per perfezionare le danze ha portato alla formazione di concorsi di danza nazionali e la formazione di gruppi di danza dedicati che viaggiano il Paese.
L'ammodernamento del Bhāratīya Thalsēnā

Bhāratīya Thalsēnā è l'esercito dell'India. È la componente con l'organico maggiore tra le forze armate indiane e ha il compito principale di condurre operazioni militari di terra. Secondo alcune fonti, sarebbe l'esercito più numeroso al mondo.
Nel periodo recente l'India ha aumentato la spesa per un'ammodernamento del suo esercito.
L'India sta rapidamente armando e ammodernizzando le sue forze di difesa.
Recentemente, il governo fatto diversi progetti tra cui l'acquisto di aerei da combattim Rafel, navi da guerra, carri armati russi T-90, missili ed elicotteri da combattimento.
La preparazione della difesa dell'India è rivolta principalmente a difendere qualsiasi aggressione dalla Cina e Pakistan.
Ma l'attuale governo è in un periodo di transizione della modernizzazione e aumenterà notevolmente la spesa militare nei prossimi anni.
L'India sta modernizzando il suo esercito in quanto la maggior parte dei suoi armamenti sono obsoleti e necessita di una tecnologia all'avanguardia.
Molte notizie sul tema si sono moltiplicate solo nell'ultimo periodo.
In evidenza alcune iniziative dall'industria indiana.
HAL Dhruv:

L'HAL Dhruv è un elicottero utility sviluppato e prodotto dall'India Hindustan Aeronautics Limited (HAL).
Lo sviluppo del Dhruv è stato progettato con l'assistenza di MBB in Germania.
L'elicottero ha fatto il primo volo nel 1992; tuttavia, il suo sviluppo è stata prolungato a causa di molteplici fattori, tra cui il requisito del esercito indiano per modifiche di progettazione, le restrizioni di bilancio, e le sanzioni immessi sul India a seguito dei test nucleari del Pokhran-II nel 1998.
HAL RUDRA:

L'HAL Rudra, noto anche come ALH-WSI, è una versione armata di HAL Dhruv.
Rudra è dotato di Forward Looking Infrared (FLIR) che vede immagini termiche di interfaccia, una pistola revolver 20 mm, 70 mm baccelli razzo, missili anticarro guidati e missili aria-aria.
HAL LCH:

LCH è destinato all'uso in difesa aerea. Sarà anche in grado di combattere ad alta quota (HAW) dall'altezza operativa di 6.000-6.500 metri (19.700-21.300 piedi).
Pinaka MULTI BARREL ROCKET LAUNCHER:

Il sistema ha una portata massima di 40 km per Mark-I e 65 km per Mark-II, e può sparare una salva di 12 razzi HE a 44 secondi, neutralizzando un area di destinazione di 3.9 km 2.
Il sistema è montato su un camion mobile Tatra.
Dhanush HOWITZER:

Il Dhanush è un obice 155 millimetri trainato utilizzato dall'esercito indiano. Il progetto si basa sul Bofors, ora FH-77, che l'India ha acquistato nel 1980. La versione 2 del Dhanush è in fase di sviluppo. Sarà aggiornato l'attuale 155 millimetri / 45 millimetri di calibro di 155 millimetri / 52 millimetri di calibro.
DRDO Rustom:

Rustom è un UAV disegnato dal DRDO.
È derivato da LCRA del NAL (Light Canard Research Aircraft) sviluppato da un team sotto la guida di ritardo Prof Rustom B Damania nel 1980.
L'UAV avrà cambiamenti strutturali e un nuovo motore.
Rustom sostituirà / integrerà l' UAV Heron in servizio con le forze armate indiane.
La progettazione di Rustom-2 è stata completata.
TATA KESTREL:

Kestrel è una stazione di Arma Remota (RWS). Ha una mitragliatrice pesante 12,7 millimetri o 40 mm e lanciagranate automatico.
Essa ha anche un'opzione per aggiungere fino a 2 missili anticarro in modalità di fuoco rapido.
Così, il veicolo è in grado di contrastare la fanteria nemica, veicoli corazzati leggeri e anche i carri armati.
PRAHAAR MISSILES:

Prahaar è stato sviluppato per fornire una reazione economica rapida, per tutte le stagioni, estremamente preciso nel supporto di battaglia con sistema d'arma tattica.
Il missile riempie il campo di battaglia tattico nel ruolo di missili a corto raggio, come richiesto da parte dell'esercito indiano e l'Indian Air Force, per eliminare gli obiettivi strategici e tattici.
La piattaforma di lancio mobile trasporta sei missili, che possono avere diversi tipi di testate pensati per target diversi e possono essere sparati in modalità salva in tutte le direzioni che coprono l'intero piano azimutale.
S-400 Triumf

Aggiungendo un enorme potenza di fuoco per la preparazione della difesa dell'India, il governo Modi ha finalizzato l'accordo di circa Rs 40.000 missili per sistemi missilistici di difesa aerea S-400 Triumf della Russia.
Il sistema missilistico S-400 Triumf è uno dei più formidabili al mondo, ed è opinione diffusa che gli Stati Uniti temono anche esso.
Inoltre, in mezzo alla crescente bonomia tra India e Stati Uniti, il più grande affare di difesa con la Russia in molti placherebbe tutti gli alleati dell'India.
Se l'affare passa attraverso, allora sarebbe un segnale forte al Pakistan.
Diamo un'occhiata ad alcuni fatti interessanti sul sistema missilistico e come sarà una grande spinta per l'India.
Il sistema S400 Triumf è progettato per abbattere bersagli volanti aerodinamici.
Questo include bersagli anche con tecnologie stealth.
Il sistema missilistico S-400 eroga una potenza formidabile ed è in grado di distruggere i missili in arrivo, droni e velivoli ostili all'interno di una gamma di fino a 400 km.
Agni V

Lungo 17 metri, due metri di larghezza, missile a combustibile solido a tre stadi si prevede aumentare la capacità di deterrenza nucleare indiana.

La testata da 50 tonnellate Agni V può trasportare un carico utile di 3.300 chili ed è in grado di colpire bersagli a una distanza di 5.500-5.800 chilometri.
La sua gamma è in grado di coprire la maggior parte delle zone della Cina, in Europa e in alcune parti dell'Africa.
Hypersonic BrahMos

Un prototipo della versione ipersonica del missile BrahMos indo-russo giunto è probabile che sia pronto intorno a 2024, afferma un portavoce per BrahMos Aerospace.
Lavorare per sviluppare una versione ipersonica del missile congiunto russo-indiano BrahMos inizierà intorno all'anno 2022, ed un prototipo è probabile che sia pronto nel 2024.
"Questo sarà un missile completamente diversa, con una velocità di volo di circa Mach 6"-Nel corso dei prossimi tre o quattro anni, l'azienda ha in programma di "accelerare" la versione supersonica corrente a Mach 4, ha detto

Spesso si è tanto persi nel seguire i test missilistici della Corea del Nord quanto le presunte violazioni della Cina e della Russia da tralasciare l'importanza protagonista che la Repubblica dell'India sta avendo nella regione.
Alla pari della Cina e della Russia, l'India non è da meno in una fase di grande espansione economica e militare che sta rapidamente espandendo la sua influenza non solo nella regione Asia-Pacifico ma anche in Occidente.










Commenti