LA REPUBBLICA CINESE PUNTA SULL'EUROPA

La Cina ha focalizzato la sua diplomazia verso l'obiettivo di sviluppare gli scambi e gli investimenti di cooperazione con l'UE e il Regno Unito. Il riconoscimento del paese come un'economia di mercato sarebbe un grande passo avanti in questo percorso, dice Andrei Volodin, esperto dell Accademia Diplomatica Russa.

La gestione europea della diplomazia cinese oggi è completamente concentrata sul settore del commercio e delle innovazioni.
Ad esempio, il ministro degli Esteri cinese Wang Yi, ha incontrato i suoi omologhi in Germania e Gran Bretagna, così come il capo della diplomazia europea, Federica Mogherini, che riconoscono la natura libera dell'economia cinese.
"Il mercato cinese è molto promettente per l'Europa. Naturalmente, si rendono conto degli effetti negativi della deindustrializzazione per gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e l'Unione Europea. Pertanto, il commercio mondiale sta entrando in un'era di protezionismo, e la Cina sta ora considerando il suo ruolo in questo nuovo modello di relazioni che viene classificato dagli esperti come un nuovo nazionalismo economico ", dice l'esperto russo.
Infatti, Pechino ha ora intrapreso un nuovo modello di diplomazia economica destinato finalmente a soddifare l'articolo 15 del protocollo di adesione della Cina all'Organizzazione Mondiale del Commercio.
Riconoscere la Cina come un'economia di mercato da parte dell'UE si rivela essere una sorta di 'pietra nella scarpa' nei loro rapporti, in considerazione del fatto che due giorni prima della riunione le tre maggiori economie dell'area Germania, Francia Bonn e l'Italia hanno esortato il sistema di Bruxelles per rafforzare le norme per gli investimenti cinesi nel blocco.
Per la Gran Bretagna, tuttavia, è estremamente importante cooperare con la Cina al fine di rafforzare il libero scambio su scala mondiale, come ha dichiarato il ministro degli esteri britannico, Boris Johnson, durante l'incontro con il suo omologo cinese sotto consultazioni ministeriali del G20 a Bonn.
"Vediamo che ci sono molte differenze all'interno dell'Unione europea. Nel frattempo, sono sicuro che gli stessi governi nazionali europei si rendono conto della necessità di promuovere e rafforzare la cooperazione economica e commerciale con la Cina, quindi, dovrebbero anche riconoscere la Cina come economia di mercato ", dice Jia Pujing, l'esperto dell'Università del Popolo di Pechino.


Fonti:
https://mundo.sputniknews.com/asia/201702181067061001-china-ofensiva-europa/

Commenti